Progetto “Concon”

“Concon” progetto curricolare ed extracurricolare destinato agli alunni delle classi quinte di Noha e alle loro famiglie.

Finalità:Dalle indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione:

  • Particolare importanza assume la biblioteca scolastica, anche in una prospettiva multimediale, da intendersi come luogo privilegiato per la lettura e la scoperta di una pluralità di libri e di testi, che sostiene lo studio autonomo e l’apprendimento continuo; un luogo pubblico, fra scuola e territorio, che favorisce la partecipazione delle famiglie, agevola i percorsi di integrazione, crea ponti tra lingue, linguaggi, religioni e culture.
  • La nascita del gusto per la lettura produce aumento di attenzione e curiosità, sviluppa la fantasia e il piacere della ricerca in proprio, fa incontrare i racconti e le storie di ogni civiltà e tempo, avvicina all’altro e al diverso
  • La lettura va costantemente praticata su un’ampia gamma di testi […] per scopi diversi e con strategie funzionali al compito, senza mai tralasciare la pratica della lettura personale e dell’ascolto di testi letti dall’insegnante realizzata abitualmente senza alcuna finalizzazione, al solo scopo di aumentare il piacere di leggere
  • La lettura connessa con lo studio e l’apprendimento e la lettura più spontanea, legata ad aspetti estetici ed emotivi, vanno parimenti praticate in quanto rispondono a bisogni presenti nella persona.

In questa prospettiva, ruolo primario assume il leggere per soddisfare il piacere estetico dell’incontro con il testo letterario e il gusto intellettuale della ricerca di risposte a domande di senso, come premessa di una prima educazione letteraria, che non si esaurisce certo nel primo ciclo di istruzione PROMUOVERE LA LETTURA E LE ATTIVITÀ DI BIBLIOTECA, PERTANTO, CONSENTE, FAVORISCE E RAFFORZA L’ESERCIZIO DELLA CITTADINANZA ATTIVA E DELL’IMPARARE AD IMPARARE  

ALLEGATI:

PDFpiccola  Scheda progetto:  Progetto Giona 2015-16

Filmato 
“Parole agite” – Narrazione per immagini del percorso laboratoriale, sul Mese della Memoria, effettuato dagli alunni delle classi quinte di Noha insieme ad un gruppo di ragazze del Liceo delle Scienze Umane di Galatina.

 

“L’albero di Anne” – Video realizzato dalla redazione di “Unduetre Stella”
Come parlare alle “orecchie piccole” di shoah? Come rimanere fedeli alla verità di ciò che è accaduto, contrastando al contempo il senso di impotenza che l’enormità del male genera in ogni essere umano e in particolar modo in un bambino? E come evitare, d’altro canto, le insidie di una banalità e di una retorica che svuotano del loro senso le parole e rendono insensibile la nostra coscienza?
Queste le domande a cui il Presidìo di Noha e Galatina e la scuola, a cui è indissolubilmente legato, hanno cercato di rispondere attraverso “Parole agite” una mostra interattiva itinerante che dal Salento ha percorso tutta la Puglia fino a raggiungere la Capitanata.

Leave a reply

You must be logged in to leave a message | Log in